Vision

Social

L’idea visionaria che sta alla base del progetto Wondertime, organizzato con la collaborazione dell’Associazione culturale Dietro le quinte di Catania e la media partnership di Sudpress, è di trasformare la città in un laboratorio di arte e cultura, attraverso un appuntamento con cadenza annuale ricco di iniziative artistiche di qualità.

WONDERTIME CATANIA 2018 “LA CITTA’ DEI QUATTRO ELEMENTI”

Dal 7 settembre al 7 ottobre 2018 torna la mostra internazionale di arte diffusa wondertime.


Fuoco, Acqua, Terra e Aria, sarà il tema 2018
.

Wondertime – la rassegna internazionale di arte diffusa – vi porta per il secondo anno alla scoperta del centro storico di Catania, città unica estesa tra mare e vulcano, dove i quattro elementi si incontrano e si combinano fra loro.

Un mese intero di arte, cultura e spettacoli che fioriscono all’interno di cripte nascoste, cunicoli sotterranei, resti archeologici o siti noti ma trascurati.

“Seminare bellezza”, questo l’obiettivo della fondatrice Rossella Pezzino De Geronimo che, grazie alla disponibilità del Comune di Catania e delle maggiori istituzioni culturali pubbliche della città, tra cui la Sovrintendenza ai Beni culturali, il Polo Museale e la Regione siciliana, ha scelto di portare arte e conoscenza in alcuni luoghi dimenticati della città, trasformandoli in centri di irradiazione di cultura, grazie all’energia di tanti giovani, enti ed associazioni.

L’inusuale percorso artistico studiato dal comitato promotore si snoda all’interno di un vasto quadrilatero che comprende le Terme Achilliane di piazza Duomo, risale per le vie Vittorio Emanuele, via Transito, via Santa Barbara, si sofferma in Piazza Maravigna, passa per terme private e insediamenti di epoca romana e fra questi una Tricora ai più sconosciuta rimasta sommersa sotto il livello della strada ma speriamo ancora per poco. WonderTime vi porta anche all’interno dell’ex Manifattura Tabacchi di via Garibaldi, nei locali di un’ ex fabbrica di calzature, per giungere infine a Porta Garibaldi, e superato l’arco trionfale in Piazza Palestro. In questo percorso non poteva mancare anche l’ ormai riconosciuta “strada dell’arte”, Via S. Michele.

“Il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore alla cultura Barbara Mirabella hanno accolto con entusiasmo WonderTime – afferma Rossella Pezzino de Geronimo – perchè riscopre e valorizza quartieri della città che sembrano periferia pur restando nel cuore della città e perché la rassegna si prefigge, attraverso la bellezza, di stupire, conquistare, aggregare e dilatare l’anima. Il mio vero intento – continua l’ideatrice – è quello di stimolare nei catanesi il senso di appartenenza al territorio, di farci sentire a casa anche quando passeggiamo per le strade. Amo le sfide – rincara con passione – e vorrei tanto contribuire a sviluppare nel cuore di noi catanesi il rispetto del territorio e dell’ambiente dove viviamo e lavoriamo”.

Tra le novità di questa seconda edizione: uno spettacolare concerto sinfonico con 80 musicisti del Teatro Massimo Bellini per la prima volta in scena tra le “quinte” di Piazza Palestro, il “Fortino”, con la direzione artistica del maestro Giovanni Cultrera, il premio alla migliore opera narrativa dell’anno, scelta da un’autorevole giuria, con performance di letture pubbliche.

L’ex Manifattura tabacchi e l’ex convento Santa Chiara ospitano diverse opere d’arte mentre la cripta della Chiesa di San Giuseppe al Transito, in Piazza Maravigna, accoglie il primo ed inedito ologramma a grandezza d’uomo di Rossella Pezzino de Geronimo, ispirato ai quattro elementi. Altre novità: “Micio Tempio” di Guglielmo Ferro in scena alle Terme Achilliane e nel porticciolo di San Giovanni li Cuti uno spettacolo sull’acqua con regia di Francesca Ferro. Grande sorpresa: all’Istituto d’incremento ippico in esposizione un’opera di Salvador Dalì, l’imponente scultura in bronzo, alta due metri raffigurante “Traiano a cavallo”, gentile concessione di una collezione privata. Il maestro Dalì è padrino ideale dei 18 giovani artisti selezionati da Temporaryoung che espongono quasi tutti per la prima volta, le loro opere sempre nella sede dell’ incremento ippico.

“Quest’anno la famiglia di WonderTime è ancora più numerosa e creativa – conferma entusiasta Rossella Pezzino de Geronimo-. Condivido con il comitato promotore l’ambizione di voler dare tutti insieme un piccolo contributo alla rinascita di Catania. WonderTime è il nostro abbraccio di solidarietà e condivisione”.